X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI- “La Protezione civile ci ha dato un elenco di 50 medici e 100 infermieri che può inviarci. Stanno arrivando ma sono pochi. Stiamo continuando noi il reclutamento con contratti straordinari, co.co.co., pensionati, medici laureati abilitati. Scontiamo una grande carenza di personale a monte per gli anni del commissariamento e abbiamo autorizzato le aziende a ricorrere ad ogni strumento straordinario ».


Lo afferma all’ANSA Antonio Postiglione, capo dell’equipe medica dell’Unità di Crisi per il covid19 della Regione Campania. Oggi si sono susseguite le riunioni dell’Unità di crisi con le diverse aziende ospedaliere della Campania a cui, riferiscono dalla Regione, ha partecipato in collegamento anche il governatore Vincenzo De Luca, monitorando l’andamento dell’assistenza sanitaria e i provvedimenti che ogni direttore sta mettendo in campo.


C’è stata da parte dell’Unità di crisi della Campania anche una forte interlocuzione con il settore dei medici di base, che, riferiscono da Santa Lucia, stanno assicurando una maggiore collaborazione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares