X
<
>

Condividi:

Torna a rialzarsi, anche se di poco, la curva dei contagi in Campania. Nelle ultime ore, secondo quanto ha reso noto l’Unità di Crisi della Regione Campania sono 1.626 i positivi – 1.431 asintomatici – su 14.286 tamponi esaminati. Il che significa che la percentuale tra positivi e tamponi è delll’11,3%; domenica era del 10,60%. Quarantadue le persone decedute – 18 nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri – mentre sono 1.843 le persone guarite.

L’allerta è ancora, alta, dunque. E anche per questo il Comune di Napoli lancia un appello alla cittadinanza a restituire le bombole di ossigeno alle farmacie. L’assessorato alla Salute ha realizzato un video, con protagonista l’attore Patrizio Rispo, per sensibilizzare i napoletani alla restituzione delle bombole perché – si spiega – «c’è bisogno di ossigeno». «Lo chiedono gli ammalati che sono in casa e nelle farmacie le bombole scarseggiano e i farmacisti chiedono con forza che le bombole vengano riconsegnate subito dopo l’uso. Solo così – si conclude l’appello – possiamo trovarle pronte e cariche in farmacia».

Nel video Rispo, rivolgendosi ai cittadini, dice: «Amici quando è scaricata portatela in farmacia, la troverete carica. Qua serve, a casa che la tenete a fare?« Intanto aprono mercoledì i reparti di degenza specialistica dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, interamente dedicati a chi ha il covid ma deve anche curare altre patologie. L’apertura, si apprende dall’Asl Napoli 1, è prevista alle 14 di mercoledì con l’attivazione di quattro reparti. L’ortopedia avrà 8 posti letto, la chirurgia generale, vascolare e neuro – chirurgica avrà 15 posti letto, la cardiologia con UTIC ed emodinamica 8 posti letto più i quattro della terapia intensiva coronarica.

Sempre mercoledì verranno aperti 4 posti di terapia intensiva covid. I reparti specialistici avranno il supporto 24 ore al giorno dei servizi di complesso operatorio, laboratorio analisi, radiologia e anestesiologia. Dal 9 dicembre l’offerta del nuovo ospedale covid di Napoli sarà completata dall’apertura di 12 posti di degenza specialistica di ginecologia e ostetricia con nido.

Attualmente al San Giovanni Bosco sono attivi due reparti di degenza ordinaria covid19 con un totale di 40 posti. Aprirà, invece, oggi ad Arpaise il primo Covid residence del Sannio. La struttura residenziale potrà accogliere persone residenti nella provincia di Benevento, positive al Covid, totalmente asintomatiche, che necessitano di isolamento domiciliare.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA