X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – Cala, in Campania, la curva dei contagi e arriva all’aero – porto di Capodichino l’aereo con le prime dosi di vaccino contro il Covid19 dedicate alla regione: circa 35.000 unità. Nelle ultime ore, secondo quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione Campania, sono 930 i positivi – 73 sintomatici – su 11.985 tamponi esaminati. La percentuale positivi- tamponi è pari a 7,75%; ieri era pari a 9,12%. 47 i deceduti – 9 deceduti nelle ultime 48 ore e 38 deceduti in precedenza ma registrati martedì; 1.763 le persone guarite.

Continua ad essere sotto controllo la situazione nei reparti di terapia intensiva: 656 i posti letto disponibili; 102 quelli occupati. Intanto, sono state avviate le consegne, con la scorta dei carabinieri, delle dosi di vaccino verso i 27 punti di vaccinazione che effettueranno la fase 2, quella dedicata agli operatori sanitari. Parte dei vaccini giunti a Napoli sarà inviata anche in Calabria e Basilicata. Inizia, invece, oggi la campagna vaccinale contro il Covid nell’area della Asl Napoli 3 Sud. Ieri sono arrivate circa tremila dosi del vaccino Pfizer-Biontech.

La seconda consegna è prevista per il 5-6 gennaio mentre per la fine di gennaio saranno consegnate in tutto circa 15.000 dosi. Con le vaccinazioni invece si comincerà oggi presso i due centri hub individuati a Nola e Castellammare di Stabia per la vaccinazione del personale ospedaliero: la prima ad essere vaccinata sarà una infermiera del pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare. Successivamente, dal 2 gennaio, saranno resi operativi anche i centri periferici spoke di Gragnano e Pollena Trocchia che serviranno, soprattutto, per le somministrazioni agli operatori sanitari territoriali. Si tratta, complessivamente, di circa diecimila persone. Di queste 4.000 hanno già aderito alla campagna vaccinale attraverso il link sul sito dell’Asl Napoli 3 Sud attivato lo scorso 28 dicembre. E sempre domani prende il via la campagna vaccinale anche nei quattro ospedali dell’ASL Napoli 2 Nord a Ischia, Pozzuoli, Giugliano e Frattamaggiore, dedicata al personale in servizio presso le strutture sanitarie.

Nella prima giornata saranno vaccinate circa 300 persone, tra cui simbolicamente alcuni degli operatori impegnati in aree particolarmente a rischio: servizi di emergenza, reparti Covid, operatori del 118, operatori delle Unità Speciali USCA. Ospedali in primissima linea nella lotta al Covid e nella campagna di vaccinazione. Ecco perché il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, rivolge un appello ai concittadini ad «evitare nella notte del 31 dicembre di utilizzare fuochi d’artificio». «E’ un appello – prosegue – che ripetiamo tutti gli anni a salvaguardia dell’incolumità personale e di tutti, ma è ancora più importante in questi giorni, in cui gli ospedali sono impegnati nelle attività legate all’epidemia Covid».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares