X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – GLI ULTIMI DATI – L’unità di crisi della regione Campania ha reso noto che i positivi sono 1.178 (di cui 84 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui asintomatici: 1.037 e sintomatici: 57 su 15.933 tamponi (di cui 1.656 antigenici). Il totale dei positivi è di 216.930 (di cui 939 antigenici) su 2.367.290 tamponi (di cui 17.174 antigenici). Si registrano 26 nuovi decessi (9 deceduti nelle ultime 48 ore e 17 deceduti in precedenza ma registrati martedì) per un totale di 3.669. I guariti sono 1.390 che portano il numero complessivo a 150.266. Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; occupati: 107. Posti letto di degenza disponibili: 3.160; occupati: 1.447.

IL PIANO TRASPORTI EAV – Intanto da lunedì primo febbraio parte il piano predisposto da Eav (che si occupa del trasporto su scala regionale) dedicato agli studenti in occasione della riapertura in presenza degli istituti superiori. A seguito dell’analisi dei dati inviati dagli istituti scolastici, Eav ha provveduto ad integrare i propri servizi con l’impiego di autobus aggiuntivi, rivolti prevalentemente a soddisfare la platea scolastica della scuola secondaria, per la quale è prevista la didattica in presenza del 50% degli studenti a partire dal 1 febbraio.

Il Piano operativo predisposto ha come obiettivo la riduzione del rischio di affollamento sulle tratte ferroviarie storicamente interessate dalla mobilità verso gli istituti scolastici e diminuire il transito di viaggiatori nelle stazioni principali. Per il Piano saranno impegnati 67 autobus, di Eav e di aziende Ncc (noleggio con conducente), in aggiunta a quelli del servizio ordinario, a supporto delle tratte ferroviarie maggiormente interessate e verso i punti dove si concentra il maggior numero di scuole.

Questo anche tenendo nel dovuto conto alcune informazioni provenienti dagli istituti stessi. Considerando la non omogeneità degli orari effettivi di ingresso ed uscita anche per gli istituti che insistono su una stessa tratta o sullo stesso comune, si è provveduto ad uniformare gli orari, al fine di consentire l’arrivo degli studenti tra le 7.45 e le 7.50, così come per gli ingressi delle 10.00. Analogamente, in uscita da scuola, le corse aggiuntive sono state previste tutte intorno alle 13.15 e 15.15. LA

VARIANTE INGLESE Tre persone sono risultate positive alla variante inglese del coronavirus a Sapri, in provincia di Salerno. Si tratta di tre persone appartenenti allo stesso nucleo familiare. I tre casi sono stati individuati nell’ambito del protocollo di collaborazione tra l’Asl di Salerno e l’Università degli studi di Salerno finalizzato all’identificazione di nuovi genotipi di SarCov-2, le cosiddette “varianti”. I tre casi positivi sono stati testati all’ospedale di Sapri. La rilevazione è stata effettuata grazie alle indagini molecolari eseguite presso il Laboratorio di Medicina molecolare e genomica dell’Università di Salerno, diretto dal professor Alessandro Weisz, mediante sequenzimetro Ngs di tamponi positivi al Sars-Cov- 2 identificati presso il Laboratorio di Biologia molecolare dell’ospedale di Eboli.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA