X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Sale ancora l’indice di positività in Campania, sebbene come tutti i lunedì il dato risenta del basso numero di test effettuati la domenica. Secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione, nelle ultime 24 ore sono 284 i casi positivi su 4.774 tamponi molecolari esaminati.

Il tasso di incidenza è, dunque, pari al 5,94%, superiore di due punti rispetto al 3,92% di ieri. Si registrano 15 decessi. I guariti sono 944. Negli ospedali continuano sono stabili i posti occupati in terapia intensiva, 62, e continuano a calare i ricoveri in degenza: oggi sono 703.

La Campania è la regione che oggi registra il maggior aumento di casi Covid in 24 ore con 284 nuove infezioni: seguono Sicilia (258) e Lazio (251), uniche a superare i 200 casi. Sotto tale soglia anche la Lombardia, per lungo la regione con i maggiori aumenti: oggi il dato è di 132 nuovi contagi, meno di Emilia Romagna (188), Toscana (147) e Puglia (142). È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute.

Avanti tutta con le vaccinazioni per rendere immune la popolazione. Oggi è il turno dei maturandi, i giovani dai 17 ai 20 anni che hanno aderito alla piattaforma: attualmente sono poco più di ventimila. Le vaccinazioni saranno effettuate con Johnson, vaccino monodose.

A Napoli le vaccinazioni si svolgeranno aall’hub di Capodichino e alla Mostra d’Oltremare, mentre a Salerno si vaccineranno i giovani al Teatro Augusteo e Caserta alla Caserma Garibaldi, già preparata per ricevere i 2.500 che si sono prenotati. Vaccini anche ad Avellino e Benevento.

I vaccini Johnson in questi giorni saranno dedicati tutti ai ragazzi, poi una volta terminati i maturandi, scatterà l’operazione farmacie, con la distribuzione delle dosi alle centinaia di farmacie della Regione che hanno aderito e potranno partire a regime.

Complessivamente in Campania sono stati vaccinati con la prima dose 2.292.579 cittadini. Di questi 1.030.601 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 3.323.180. I dati delle vaccinazioni in Campania, fa sapere l’Unità di Crisi, sono aggiornati alle 17.00 di lunedì.

Sullo sfondo si procede con il calendario che scandisce la ripartenza dell’Italia, come stabilito dall’ultimo decreto sulle riaperture. In zona gialla, a partire da martedì 1 giugno, riapriranno i ristoranti al chiuso e gli eventi sportivi all’aperto potranno accogliere di nuovo gli spettatori, anche se in numero limitato.

Anche quel 40 per cento di ristoranti rimasti chiusi perché non dotati di spazi esterni potrà tornare ad aprire, così come i bar potranno riaprire al chiuso e i clienti torneranno quindi a consumare il caffè al banco.

Invariato invece il coprifuoco, che scatterà dalle 23 fino al 6 giugno compreso. Dal 7 giugno, invece, il coprifuoco partirà un’ora dopo, dalle 24 alle 5. Dal 21 giugno sarà invece abolito anche per le regioni in zona gialla.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA