X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Napoli – Sono 136 i nuovi casi di coronavirus emersi ieri in Campania dall’analisi di 7.310 tamponi molecolari. Nel bollettino diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 15 nuovi decessi, 5 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 10 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. In Campania sono 23 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 366 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza. Intanto sulla vicenda delle vaccinazioni per la seconda fase il Ministero ha risposto al governatore De Luca che aveva adottato una linea difforme dal governo.

“In relazione al ciclo vaccinale misto nei soggetti al di sotto dei 60 anni di età che hanno già ricevuto una sola dose di un vaccino Vaxzevria, si ribadisce quanto trasmesso il relativo parere del Comitato tecnico scientifico. Da quanto sopra riportato ne consegue l’opportunità di utilizzare un regime eterologo al fine di evitare le pur rare reazioni avverse indesiderate riportate in giovani vaccinati con Vaxzevria”.

Questa la risposta del ministero della Salute alla nota inviata dall’Unità di crisi della Regione Campania, che si è detta contraria al mix vaccinale, per chi ha effettuare la prima dose di AstraZeneca sotto i 60 anni. “La possibilità poi che venga rafforzata la risposta immune indotta dai vaccini – scrive il ministero – rappresenta un ulteriore elemento a favore dell’adozione di un ciclo vaccinale misto, come già avviene in altri grandi paesi europei e come proposto da Aifa che ha attivamente partecipato ai lavori del Cts”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA