X
<
>

Condividi:

Napoli – Sono 136 i nuovi casi di contagio registrati in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 7.174 tamponi molecolari processati. È quanto si legge nel bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania. I test antigenici processati sono, invece, 7.746. Sono 7 i deceduti di cui 3 nelle ultime 24 ore e 4 in precedenza, ma registrati ieri. Sono 14 i posti letto occupati in terapia intensiva (656 il totale dei disponibili); 197 i posti letto di degenza occupati (3.160 il totale dei disponibili).

Proprio sul diffondersi del virus si rinnovano gli appelli alla cautela. Come quello del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che a margine della visita all’ospedale San Pio di Benevento ha affermato: “Dobbiamo continuare così, adesso ne approfitto per rifare un appello ai nostri concittadini per avere il massimo di prudenza e di senso di responsabilità. Uso della mascherina sempre, lavaggio delle mani, nessuna sottovalutazione per cortesia”.

Di parere nettamente opposto è il leader della Lega Matteo Salvini, che a Battipaglia in provincia di Salerno non ha mancato di punzecchiare De Luca. “La Campania è l’unica regione d’Italia con obbligo di mascherina anche all’aperto ed è una follia. Lasciatemi dire – ha aggiunto Salvini – che è una follia, per gli anziani, per i lavoratori, per i commercianti, per le mamme, per gli studenti”.

“Poi per carità di Dio -ha aggiunto Salvini -. “Io rispetto le norme, ma questa è priva di qualsiasi senso medico, scientifico, epidemiologico, sociale e professionale. Lavora tu a Battipaglia in un’azienda agricola con 40 grandi all’ombra con la mascherina a luglio e agosto. Penso che De Luca debba cambiare mestiere, perché con la pelle dei cittadini giocare è difficile” ha concluso Salvini. Il governatore De Luca è intervenuto anche sulla vicenda del “green pass”.

“Lo ‘abbiamo fatto 4 mesi fa in Campania anche se abbiamo un governo Nazionale che è molto distratto da questo punto di vista. La nostra carta di vaccinazioni la rilasciamo dopo la seconda dose. Avrebbero potuto seguire l’esempio della Campania sia il governo italiano che il governo francese – ha aggiunto De Luca – e avrebbero risolto i problemi e quindi andremo avanti così avremo la tessera di vaccinazione che consentirà di viaggiare con tranquillità di prendere l’aereo, i treni, di andare al cinema, teatro, ristoranti, però dobbiamo completare la vaccinazione”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA