X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – La pandemia continua a fare vittime su tutto il territorio regionale. Le vaccinazioni in alcuni casi vanno a rilento nonostante le assicurazioni fornite dagli organi sanitari. In Campania sale ancora il tasso di positività che passa dal 2,79% di ieri al 3,55% di oggi; i positivi sono 569 su un totale di 15.987 test. La guardia resta sempre molto alta.

Secondo il bollettino dell’Uni – tà di Crisi della Regione si registrano 14 deceduti (6 nelle ultime 48 ore, 8 morti in precedenza ma registrati ieri). In calo sia l’occupazione delle terapie intensive, 18 rispetto al dato precedente di 20, sia i ricoveri nei reparti ordinari: si passa dai 366 di ieri ai 346 di oggi. Sul fronte delle vaccinazioni il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, lancia un’ulteriore sfida.

«Nei prossimi due mesi – afferma De Luca – dobbiamo cogliere l’obiettivo di immunizzare un milione e 300 mila cittadini della Campania, dando priorità agli studenti che non hanno fatto ancora la seconda dose. Serve un atto di responsabilità e di collaborazione da parte di tutti.

In questo modo potremo ricominciare a riprenderci la nostra vita senza più chiusure e passi all’indietro». De Luca ha anche annunciato «la vaccinazione obbligatoria» per il personale delle aziende: «Chi non lo sarà non potrà lavorare. È una misura- ha detto De Luca ai dipendenti- che serve in primo luogo a salvaguardare la vostra salute e delle vostre famiglie»..

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA