X
<
>

Condividi:

NAPOLI – Fari sui bambini di Capri, con il controllo del covid per circa 500 tra bimbi delle scuole e loro parenti, ma anche fari sempre più accesi sui 388.000 bimbi della Campania, che il governo regionale continua a spingere verso la vaccinazione dal 16 dicembre. Nella seconda giornata del green pass, al centro dell’attenzione in Campania resta l’isola di Capri, dove dopo la chiusura delle scuole per i 29 bimbi positivi, è scattato il controllo più ampio con l’effettuazione dei tamponi, su circa 500 persone fra bambini delle scuole elementari e medie, i loro familiari ed il personale docente e scolastico degli istituti Giuseppe Salvia a Tiberio, la IV Novembre in Piazzetta e la scuola media Ippolito Nievo in via Roma. In campo il personale sanitario inviato dall’ASL Napoli 1 Centro dopo i 29 casi di positività emersi dal controllo di 50 bambini.

Si attende il risultato per capire quanto il covid si fosse già trasmesso in giro e per capire ancora di più i provvedimenti per le scuole. Per i bambini il governatore De Luca anche oggi ha sottolineato l’importanza di effettuare le vaccinazioni dai 5-11 anni dal 16 dicembre: «Il 15 – ha detto ieri a Salerno – arriveranno le forniture di vaccini dedicate e noi abbiamo fatto una scelta come Regione Campania di avere aree separate di vaccinazione per i bambini e per gli adulti per evitare promiscuità; magari ritarderemo un pò per gli adulti, ma è bene avere dei luoghi di vaccinazione dedicati per i bambini. Il giorno 16 saremo in alcune scuole, credo della provincia di Salerno e sicuramente della provincia di Napoli, dove i docenti, i presidi hanno già preparato, con le famiglie, la campagna di vaccinazione per i più piccoli. Dobbiamo sapere davvero che la vaccinazione per i più piccoli è essenziale per garantire la loro salute e non chiudere le scuole».

Resta a Napoli anche il dubbio sul Capodanno, nei giorni in cui la città porta avanti il green pass più forte insieme all’invasione di migliaia di turisti. Ieri è tornato a riflettere sulla festa in strada il sindaco Gaeta – no Manfredi: “Valuteremo – ha detto – giorno per giorno l’andamento della pandemia. Siamo in una fase molto delicata: in bilico tra una propagazione del virus e la capacità di contenerlo. Dobbiamo nei prossimi giorni anche vedere quale sarà l’impatto del Super Green pass e dunque decideremo più avanti in relazione all’andamento della pandemia».

Intanto la Campania resta fuori per ora dai territori che rischiano il giallo: sono 1.150 i casi positivi al Covid, nelle ultime 24 ore in Campania, su 36.513 test esaminati. Cala il tasso di contagio che passa da 4,76% al 3,14% e sono otto i decessi nelle ultime 48 ore. In Campania intanto è stata superata la quota delle 9 milioni di dosi di vaccino anti Covid-19 somministrate. Il dato aggiornato alle 17.30 di ieri è di 9.054.069 vaccinazioni totali, di queste 4,3 milioni sono prime dosi, 3,8 milioni sono seconde dosi e 816.219 sono terze dosi.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA