X
<
>

Condividi:

Stop dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30 alla circolazione su tutto il territorio cittadino ad autovetture e veicoli commerciali Euro 0 ed Euro 1, comprese quelle classificate come auto d’epoca o storiche.

Lo stabilisce un’ordinanza del Comune di Napoli in cui si ordina anche lo stop alla circolazione dal 6 ottobre 2021 al 31 marzo 2022, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, con eventuale sospensione in caso di ballottaggio, e dunque nei giorni dal 16 al 19 ottobre 2021, su tutto il territorio cittadino delle seguenti categorie: autovetture esclusivamente ad alimentazione diesel e veicoli commerciali ad alimentazione esclusivamente diesel di categorie N1, N2 e N3 inferiori o uguali ad Euro 4; motoveicoli e ciclomotori di categoria inferiore o uguale ad Euro 2.

L’ordinanza specifica che queste limitazioni non si applicano alla rete autostradale cittadina nei tratti ricadenti nel territorio del Comune di Napoli; al raccordo A1 Napoli-Roma; al raccordo A3 Napoli-Salerno; alla strada regionale ex SS 162 e al raccordo viale Fulco di Calabria.

Il provvedimento stabilisce alcune deroghe tra cui, ad esempio, gli autoveicoli che trasportano diversamente abili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, muniti del tesserino regolarmente rilasciato dalla competente Autorità, nonché i veicoli adibiti al trasporto disabili; i veicoli delle forze dell’ordine, della Protezione civile, dell’amministrazione della giustizia «riconoscibili da apposito permesso rilasciato dalle Procure o dai Tribunali »; i veicoli intestati ad enti pubblici, società ed aziende erogatrici di pubblici servizi; i veicoli in chiamata di emergenza o adibiti al trasporto di materiale e/o personale addetto all’esecuzione di lavori ed opere urgenti e di pubblica utilità; i mezzi con a bordo un medico in visita domiciliare per chiamate d’urgenza; i veicoli con a bordo operatori del settore informazione giornalistica e radiotelevisiva, nonché fotografi professionisti; gli autoveicoli a noleggio di portata inferiore a 3,5 tonnellate; i veicoli intestati a cittadini residenti in regioni diverse dalla Campania con a bordo almeno un cittadino non residente in Campania. Deroga anche per i veicoli di proprietà di un soggetto che risiede o è domiciliato nel Comune di Napoli.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA