Tempo di lettura < 1 minuto

Ischia – “È un’isola in ginocchio. Dopo la seconda ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Campania, flagellando in modo particolare l’isola di Ischia, siamo chiamati ad intervenire affinché il Governo riconosca lo stato di calamità naturale per l’isola verde. Mi farò personalmente portavoce presso la giunta regionale delle istanze dei sindaci e degli abitanti di Ischia, perorando la strada del riconoscimento dello stato di emergenza straordinaria, e al contempo chiedo al Presidente De Luca di disporre misure per la salvaguardia e la tutela delle coste campane”.
Così il Presidente della commissione regionale ‘Lavoro e Attività Produttive’ Nicola Marrazzo interviene sull’allarme maltempo che sta interessando da settimane la regione, puntando l’attenzione soprattutto sulle gravi perdite, in termini economici e occupazionali, che inevitabilmente condizioneranno l’isola di Ischia.
“L’isola verde rappresenta uno dei più grandi attrattori turistici della Campania, assieme alle altre isole del Golfo di Napoli, ed è una delle voci in attivo per la Regione. I danni arrecati del maltempo – precisa Marrazzo – si riverseranno in particolare sul settore balneare”.
“Si tratta del più importante e proficuo settore che sostiene l’intera economia dell’isola. Questa ennesima tragedia, che sia aggiunge ai danni provocati dal terremoto del 2017, rischia di compromettere definitivamente l’intero comparto turistico ischitano in termini di decrescita economica ed occupazionale”, conclude l’esponente regionale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •