X

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – Un corteo di una decina di autobus turistici ha attraversato alcune zone di Napoli, girando intorno alla fontana in piazza Trieste e Trento, prima di raggiungere il terminal della Stazione marittima. A manifestare è l’Associazione Bus Turistici Campania 2020, Terminal e Fiavet, che con circa 100 bus turistici e veicoli Ncc, Noleggio con conducente, chiedono l’intervento del Governo per il loro comparto. La Stazione marittima è diventata il luogo della manifestazione organizzata dall’Associazione Bus TuristiciCampania 2020, presieduta da Riccardo Lucherini, in collaborazione con Tomaso Cognolato, Ceo del Terminal Napoli, e Maurizio Maddaloni, presidente onorario della Fiavet Campania e Basilicata. L’associazione rivendica la giusta attenzione da parte del Governo, chiedendo un allungamento dei tempi della sospensione delle rate di leasing contratte per far fronte ai numerosi investimenti effettuati in presenza di un trend di crescita previsto per il 2020; la sospensione degli interessi legati ai leasing; un prolungamento della cassa integrazione e della Naspi.
Tra le richieste anche quella di avere più fondi per sostenere attività ad alta intensità di capitale.
L’Associazione, inoltre, chiede che si formalizzino al più presto le procedure per l’affiancamento del Trasporto Pubblico Locale. L’Associazione Bus turistici 2020 Campania comprende 50 aziende, per un totale di quasi 1000 mezzi di trasporti, nell’interesse di circa 1500 famiglie. «Su tutti loro e sulle piccole e grandi aziende che ruotano attorno al mondo dei bus turistici – ha detto Lucherini – si è abbattuta la tragedia che ha fermato la produzione lavorativa e, di conseguenza, quella economica».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares