X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – Si è svolto, nella sede di Confindustria Caserta, il primo consiglio di Confindustria Campania guidato dal neoeletto presidente, Luigi Traettino. Nel corso dell’incontro sono state illustrate le linee programmatiche delle attività previste nel biennio 2021- 2023, con particolare riferimento alle opportunità fornite dal Pnrr in vista di nuovi investimenti per lo sviluppo industriale della regione Campania.

«E’ necessaria una forte accelerazione – ha spiegato Traettino – per recuperare il tempo perduto a causa del Covid e per fare questo sarà importante lavorare di squadra e puntare tutti insieme all’obiettivo della ripresa. Ringrazio i colleghi delle territoriali campane che mi hanno dato fiducia, chi mi ha preceduto nell’in – carico e il presidente Bono – mi, che non ha mai fatto mancare il suo sostegno e la sua attenzione per il nostro territorio».

Durante il consiglio di presidenza sono state assegnate le deleghe ai vicepresidenti. Al presidente di Confindustria Benevento, Ore – ste Vigorito, è stata conferita la delega alla Transizione Ecologica, al presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Maurizio Manfel – lotto, quella alle Relazioni Industriali e ai Fondi Strutturali, a quello di Confindustria Salerno, Antonio Ferraioli, quella all’Ambiente e al Territorio, mentre il presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone, si occuperà di Internazionalizzazione.

Al presidente della Piccola Industria campana, Pasqua – le Lampugnale, poi, è stata affidata la delega al Centro Studi, al presidente dei Giovani Imprenditori, Vittorio Ciotola, quella all’Education e alle Start Up, e al presidente dell’Ance Campania, Gennaro Vitale, quel – la ai Lavori Pubblici. «Svolgerò il mio incarico – ha aggiunto Traettino – con il massimo spirito di servizio, sviluppando le tematiche di principale importanza per il nostro sistema produttivo ed economico.

Confido nel sostegno dei miei colleghi delle territoriali che, ne sono certo, daranno un apporto fondamentale allo svolgimento delle nostre attività, e di tutti gli organismi di Confindustria Campania. Infine – ha proseguito Traettino – ritengo necessario un confronto con le principali istituzioni del territorio, a partire dalla Regione Campania, per condividere le questioni strategiche di sviluppo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA