X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

NAPOLI- Doveva essere un confronto a quattro tra i candidati alla presidenza della Regione Campania, ma il governatore uscente Vincenzo De Luca non si è presentato e il suo sfidante del centrodestra Stefano Caldoro, in risposta, ha deciso di abbandonare l’incontro: così alla “tribuna elettorale” organizzata dalla Tgr Campania nella sede della Rai di Napoli hanno preso parte solamente Valeria Ciarambino del Movimento 5 Stelle e Luca Saltalamacchia di Terra.


“Il presidente De Luca ci aveva già avvertito della sua scelta di non presenziare, sono 25 anni che non prende parte a confronti di questo genere. Stefano Caldoro invece si era presentato regolarmente ma al momento della prima domanda ci ha comunicato la sua volontà di non partecipare al dibattito”, così il caporedattore della Tgr Campania, Antonello Perillo, racconta a Italpress la dinamica che ha trasformato in un nulla di fatto l’attesa sfida televisiva.


“L’invitato De Luca, il codardo che fugge e scappa, non è venuto mancando di rispetto ad elettori e cittadini”, attacca duramente proprio Caldoro che in un video diffuso sui suoi canali social spiega per quale motivo ha dato forfait: “Ho chiarito in maniera netta – sostiene il candidato del centrodestra – che con la sedia di De Luca vuota il confronto è falsato. E’ un imbroglio, un modo per imbrogliare i cittadini, non è chiaro, non è limpido. Ho ritenuto opportuno – conclude – compiere un atto forte alzandomi da quella sedia, ma sono pronto a risedermi sempre”.


Non è dello stesso avviso la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino: «Ho avuto l’ennesima dimostrazione di chi sono in realtà i miei due competitor. Uno è un comico di piazza e un altro una evanescente comparsa, di cui presto perderemo le tracce,, dopo la tribuna politica organizzata dalla redazione del Tgr Rai di Napoli, alla quale «Vincenzo De Luca ha dato forfait, mentre Stefano Caldoro ha abbandonato lo studio a registrazione appena iniziata». “La loro assenza potrebbe sembrare arroganza, ma è in realtà – dice – è paura di affrontare un confronto pubblico con la sottoscritta e, soprattutto, con i cittadini della Campania ».


Sono «fuggiti via a gambe levate al cospetto di una donna perché consapevoli che, in un faccia a faccia pubblico, li avrei messi alle corde e costretti ad ammettere tutti i fallimenti inanellati negli anni in cui hanno governato la Campania. Due mesi fa – conclude – ho lanciato il mio appello a un confronto dove e quando avrebbero voluto loro. A pochi giorni dalle elezioni, il comico ha preferito starsene rintanato nei suoi monologhi facebook e il fantasma ha visto che aria tirava e ha tagliato la corda senza pensarci due volte».


Incalza sui temi ambientali anche Luca Saltalamacchia, candidato della lista Terra alla presidenza della Regione Campania: “De Luca ha dichiarato che in un anno e mezzo la Campania sarà la regione ambientalmente più all’avanguardia d’Italia. Verrebbe quasi da chiedersi se il governatore viva su un altro pianeta, dal momento che la situazione ambientale nella nostra regione è disastrosa”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares