X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Dopo primi cinque anni con una giunta esclusivamente tecnica, a parte il vicepresidente Fulvio Bonavitacola, esponente del Pd, Vincenzo De Luca apre ai partiti della sua coalizione una parte della sua seconda giunta, annunciata oggi, in anticipo rispetto alla proclamazione degli eletti, che la renderà ufficiale. De Luca ha tenuto per sé alcune deleghe di primo piano tra cui sanità e trasporti per le quali si affiderà probabilmente a consiglieri come già avvenuto nel primo mandato.


La prima novità arriva dall’assessorato alle politiche della sicurezza che viene assegnato a Mario Morcone, 68 anni, casertano, prefetto vicino al Pd, che lo candidò sindaco di Napoli nel 2011. Morcone nella sua carriera è stato direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e poi a capo del dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione presso il Ministero dell’Interno. Nel 2017 è stato nominato Capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno, mentre dal 2018 è nominato direttore del CIR, Consiglio Italiano per i Rifugiati.


Morcone prende il posto che era stato ricoperto da Franco Roberti prima della sua elezione al parlamento europeo nel 2019. Dal Pd arriva Armida Filippelli, dirigente scolastica anticamorra, a cui viene assegnata la Formazione professionale. Filippelli è vicesegretaria regionale del Pd dopo essere stata sconfitta dall’attuale segretario Leo Annunziata nelle primarie per la guida del partito. Da Italia Viva che ha preso il 7,37% alle elezioni regionali risultando il terzo partito della coalizione, arriva invece Nicola Caputo che avrà la delega all’agricoltura. Caputo, ex europarlamentare del Pd, dopo la mancata elezione a Strasburgo del 2019 ha già ricoperto il ruolo di conigliere per l’agricoltura del presidente De Luca, avviando il piano per il nuovo ciclo del psr.


A turismo e semplificazione amministrativa è stato invece designato Felice Casucci, professore universitario indicato da Clemente Mastella che ha contribuito alla rielezione di De Luca con la lista Noi Campani che ha preso il 4,35% a livello regionali con un significativo 12,89% nella circoscrizione di Benevento. Casucci, professore ordinario di diritto privato comparato all’Università del Sannio, ha già collaborato con Sandra Lonardo quando era presidente del Consiglio Regionale della Campania ed era stato coinvolto nell’inchiesta sulle presunte pressioni di Mastella per le nomine nella sanità regionale, ma è stato poi assolto.


Confermati il vicepresidente Fulvio Bonavitacola, che tiene la delega all’ambiente, Ettore Cinque al bilancio, Antonio Marchiello confermato alle attività produttive ma che ora ha anche la delega al lavoro, Valeria Fascione alla ricerca e internazionalizzazione, Bruno Discepolo all’Ur – banistica e Lucia Fortini alla scuola e politiche sociali. Quest’ultima, eletta consigliere regionale con la lista De Luca Presidente, probabilmente si dimetterà dal consiglio regionale lasciando quindi il posto a Diego Venanzoni, primo dei non eletti nella lista. Restano fuori dalla giunta Corrado Matera, eletto consigliere regionale, Sonia Palmeri, e Chiara Marciani.


Non entra in giunta Mario Casillo, supervotato consigliere regionale Pd con oltre 42 mila preferenze che – dalle indiscrezioni – non avrebbe accettato di dimettersi da consigliere per fare l’assessore. “Sono sicuro che la Giunta regionale nominata dal presidente Vincenzo De Luca saprà interpretare al meglio il proprio mandato e inizierà a lavorare fin da subito per lo sviluppo dei nostri territori. Un giusto mix di esperienza e nuove figure, quelle scelte da De Luca, che daranno forma e sostanza al nostro programma elettorale”, dichiara Casillo. “Come Partito democratico – assicura Casillo – non faremo mancare in Consiglio il nostro sostegno e il nostro fattivo contributo, come del resto abbiamo sempre fatto nella passata legislatura regionale.


Agli assessori e al presidente De Luca giunga il mio augurio di buon lavoro”, conclude Casillo. Esulta il presidente di Italia Viva, Ettore Rosato: “In bocca al lupo a Nicola Caputo per il lavoro che dovrà fare in giunta regionale della Campania. Ha competenza e autorevolezza. Un successo frutto di un grande lavoro di squadra di cui possiamo essere orgogliosi”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares