X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

A Palazzo Donn’Anna, edificio simbolo della città, ospite della Fondazione De Felice, ieri si è rinnovato il ritorna il consueto appuntamento del Premio Cosimo Fanzago, la longeva rassegna giunta ormai alla 15esima edizione.La cerimonia di premiazione quest’anno a ha un significato speciale: proprio il 13 ottobre, infatti, si celebrano i 425 anni dalla nascita del Fanzago, celebre artista di origini bergamasche che ha dato lustro con le sue opere alla città di Napoli.In questi anni l’ Associazione Palazzi Napoletani, che promuove il Premio, presieduta dall’architetto Sergio Attanasio affiancato dall’architetto Celeste Fidora dall’architetto Pietro Giordano, ha accolto e guidato migliaia di visitatori in almeno duecento dimore storiche napoletane, ne ha monitorate un centinaio, ha premiato protagonisti, ha organizzato corsi di antiquariato e promosso restauri. L’annuale Premio Cosimo Fanzago viene assegnato a personalità che hanno contribuito, con il loro impegno letterario, artistico, scientifico e professionale, alla crescita e al prestigio della città di Napoli e per prefiggersi quindi l’obiettivo di aiutare a promuovere la diffusione di una cultura portatrice di progresso e di civiltà, con particolare riguardo ai beni culturali. L’evento, coordinato dal giornalista e scrittore Antonio Emanuele Piedimonte ha visto l’assegnazione del premio a personalità di spicco: Luigi Riello, Procuratore Generale di Napoli, Paolo Giulierini, Direttore Museo Archeologico di Napoli, Jean Digne, Presidente Museo di Montparnasse di Parigi,Natascia Festa Giornalista del Corriere del Mezzogiorno Francesco Luise, Amministratore Luise & Sons, Sergio Riccio Fotografo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares