X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Un festival costruito a misura su creatività e civismo. E’ «Eruzioni Festival» che da venerdì 28 ottobre al 6 gennaio 2017 presenterà un fitto calendario di teatro, danza e musica uniti dalla voglia di condivisione. “La rassegna – afferma il direttore artistico Agostino Riitano –
torna dopo 5 anni a Ercolano. Il tema di questa edizione è ‘Condividi o muorì: nasce nel solco culturale delle economie del dono, intese come scambio costante tra i cittadini, tra gli artisti sempre più protesi verso le comunità e pubblici sempre più interattivi e coinvolti nelle dinamiche della produzione culturale. Un altro elemento distintivo è la scelta di location non convenzionali. Vogliamo creare una relazione profonda tra l’opera d’arte e lo spazio pubblico». Il primo appuntamento di «Eruzioni» è con i Muta Imago che allestiranno il 28, il 29 e il 30 ottobre Antologia di S. a Villa Ruggiero, uno dei gioielli Miglio d’Oro; sabato 29 e domenica 30 il regista catalano Roger Bernat, per la prima volta in Campania con la performance Domini Public, sperimenterà il teatro partecipato al Museo Archeologico Virtuale; nello stesso fine settimana il concerto di Giovanni Block a Villa Ruggiero e gli spettacoli site specific «Eroi» della Compagnia Brincadera e “Naufraghi per scelta» del duo Los Filonautas. i registi Ricci/Forte presenteranno in versione site specific Wunderkammerer Soap #4_Eduardo II in un area industriale adibita alla lavorazione degli abiti usati; all’auditorium del MAV gli eclettici Flavia Mastrella e Antonio Rezza presenteranno Pitecus e il Teatro Persona metterà in scena L’ombra della sera; Vittorio Continelli, Claudia Fabris e Salvatore Cantalupo creeranno performance in spazi intimi del quotidiano, masserie e asili nido. Spazio alla nuova musica d’autore con il concerto di La Terza Classe. La chiusura del festival è affidata a un grande concerto popolare in ricordo di Pino Daniele, Io Sto vicino a te, con la partecipazione di Nello Daniele, Tony Esposito, Jovine, Joe Amoruso, Tony Cercola, Rino Zurzolo. Ogni appuntamento del festival sarà preceduto dal #welcomelab, un laboratorio teatrale sull’integrazione e aggregazione interculturale delle giovani generazioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares