X

Tempo di lettura < 1 minuto

Si inaugura il 28 gennaio a Castel dell’ Ovo “Urban Neapolis”, programma di mostre, eventi ed interventi urbani, che artisti di diversi Paesi del mondo porteranno a Napoli fino all’ 11 febbraio.
    L’ iniziativa prevede oltre alla mostra di Castel dell’ Ovo, la realizzazione di murales e di eventi nei quartieri Avvocata e nella zona di Montesanto, da parte di “street artists”, ed è organizzata a sostegno dell’ associazione “Mattia Fagnoni Onlus”, che promuove la ricerca sulle malattie genetiche.
    L’ associazione “No profit” è intitolata al piccolo Mattia Fagnoni, affetto dalla rara sindrome di Sandhoff, contro il quale lottò per anni con una straordinaria resistenza, utilizzando anche la terapia delle cellule staminali. Mattia – la cui vicenda commosse i napoletani – morì ad 8 anni il 27 maggio 2015. Le opere donate dagli artisti che partecipano ad “Urban Naepolis” , coordinata da David Vecchiato, potranno essere acquistate tramite donazioni all’ associazione No profit.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares