X
<
>

Condividi:

l Napoli non sa più vincere, ma Ancelotti non fa drammi e volge lo sguardo al prossimo turno di Europa League. “Abbiamo incontrato delle difficoltà inaspettate col Genoa – ha spiegato -. Sull’aspetto tecnico difendiamo male e se giochiamo così a Londra sarà molto difficile”. Poi una battuta sul futuro di Insigne: “E’ centrale nel progetto e molto importante per la squadra. Vogliamo rinforzarci, senza cedere i giocatori migliori”.

“Non credo che la gara col Genoa sia stata condizionata dal prossimo impegno di Europa League, non ne abbiamo parlato in settimana -. ha proseguito Ancelotti -. La verità è che abbiamo difeso male anche in superiorità numerica. Abbiamo lasciato troppo spazio agli attaccante avversari”. “Per fortuna mancano 4 giorni all’Europa League e le cose si possono aggiustare – ha continuato -. Dobbiamo tornare a fare le cose per bene. E la base è sempre la difesa”.

Di sicuro comunque l’atteggiamento mentale ha influito sulla gara col Grifone: “E’ difficile dire quanto si è abbassata la concentrazione e mi viene più facile aggiustare le cose sotto l’aspetto tecnico. Fisicamente stiamo bene e i dati sono positivi”. “Abbiamo sempre avuto difficoltà con le difese chiuse – ha continuato il tecnico del Napoli -. Prima riuscivamo a recuperare palla velocemente e ora siamo costretti a fare avanti e indietro e non è nelle nostre corde”. “Dobbiamo difendere meglio e attaccare meglio – ha aggiunto -. Contro l’Arsenal serve una bella prova difensiva”. 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA