Salta al contenuto principale

Il tribunale accoglie il ricorso di Ciarcia e azzera i vertici della Segreteria del PD Avellino

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

AVELLINO - Nullità e inefficacia del regolamento per le elezioni del Segretario e  dell’Assemblea Provinciale tenute del 22 e 23 aprile 2018 e degli atti collegati e conseguenti.  Azzerati i vertici provinciali  del Pd della provincia di Avellino. La decisione è arrivata con  il deposito della sentenza, emessa dal giudice monocratico della  seconda sezione civile Tribunale di Avellino, Giuseppe De  Tullio, che ha così deciso sul ricorso presentato dal candidato  alla segreteria provinciale, Michelangelo Ciarcia, sconfitto nel  congresso celebratosi il 22 e 23 aprile del 2018 dall’altro  candidato alla segreteria, Giuseppe Di Guglielmo.
 La sentenza è immediatamente esecutiva e i vertici nazionali del  partito dovranno nominare un commissario che porti la  federazione del Pd alla celebrazione del congresso per eleggere  i nuovi dirigenti. La sentenza ha censurato il mancato passaggio  del regolamento congressuale presso la Commissione regionale di  Garanzia del partito, il cui parere è invece ritenuto dallo  Statuto del Pd «inderogabile e obbligatorio».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?