Salta al contenuto principale

Avellino - “Predissesto illegittimo”: si va al  ricorso

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

AVELLINO- All'indomani del sollecito della Prefettura e del parere del Ministero sulla posizione del consigliere Luigi Urciuoli, indicato come consigliere di minoranza all'esito elettorale, il Presidente del Consiglio comunale, Ugo Maggio, convoca la Conferenza dei capigruppo per programmare i lavori dell'Assise necessaria per la definizione delle Commissioni consiliari. All'appello mancavano solo le indicazioni proprio dei consiglieri del Movimento 5 Stelle per la composizione degli organismi: se da un lato Ferdinando Picariello protocolla ed integra la sua richiesta alla Presidenza (proponendosi come membro della Trasparenza o/e urbanistica), non recede Urciuoli. "Personalmente non ho ricevuto alcun documento protocollato che confermi quello che sostiene Maggio sul pronunciamento del Ministero. La mia posizione resta immutata", avverte il consigliere pentastellato, facendo presagire una nuova riunione dai toni infuocati.  In verità anche altri consiglieri comunali denunciando di non aver visualizzato agli atti della Presidenza il parere del Ministero.
Sullo sfondo gli altri gruppi consiliari, a partire dal Pd, stanno valutando la possibilità di presentare ricorso contro la delibera di predissesto finanziaria licenziata dal Consiglio comunale. Se è vero che i pareri delle Commissioni deputate, in questo caso quella bilancio, non è vincolate, è comunque obbligatoria. Già nella giornata di oggi i gruppi Mai più, Pd, Avellino più e Avellino democratica presenteranno una lettera al Segretario comunale per denunciare il fatto, riservandosi poi di adire a vie legali.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?