Salta al contenuto principale

Il Santuario di Montevergine si prepara ad accogliere l'Anno Giubilare

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

Le Guardie dOnore alle Reali Tombe del Pantheon si ritroveranno il 15 Maggio 2016 a Montevergine per la loro Giornata Giubilare. In questoccasione si rifletterà sulla Sindone e sulla presenza della sacra reliquia a Montevergine durante gli anni della II guerra mondiale, con una conferenza dalle ore 9:30 alle 10:30, dove saranno relatori il Prof. Ciro Romano, Docente Universitario ed Ispettore Nazionale delle Guardie dOnore ed il Dott. Emanuele Mollica della Commissione Beni Culturali delle Diocesi Abbaziale di Montevergine. Prenderanno la parola anche il Sindaco di Mercogliano (che ha concesso il patrocinio alliniziativa), lAbate-Ordinario di Montevergine ed il Capitano di Vascello Ugo dAtri, Presidente Nazionale delle Guardie dOnore. Seguirà poi la solenne celebrazione presieduta da Sua Eccellenza l’Abate-Ordinario di Montevergine Dom Riccardo Guariglia.

L’evento, inserito nell’Anno Santo per la Misericordia, è stato promosso dall’Ispettore Nazionale Prof. Ciro Romano e dal Delegato Provinciale di Avellino e Benevento Dr. Augusto Genovese.

Saranno presenti varie associazioni darma (Associazione Nazionale Polizia di Stato, Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Nazionale Bersaglieri, etc).

L’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore al Pantheon è il più antico ente combattentistico d’Italia (fondato nel 1878), sottoposto al Ministero della Difesa, ed è presieduto da un alto ufficiale delle Forze Armate (attualmente il Capitano di Vascello dr. Ugo d’Atri). L’ente, da 138 anni ininterrottamente, si propone di prestare servizio volontario di Guardia d’Onore alle Tombe dei Re d’Italia tumulati al Pantheon e di diffondere e tutelare gli ideali patri e risorgimentali, rafforzando i vincoli di reciproca solidarietà tra gli iscritti e tra tutte le altre Associazioni d’Arma.
L’Istituto fa parte del Consiglio Nazionale permanente delle Associazioni d’Arma (ASSOARMA). 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?