Salta al contenuto principale

Napoli, il Violino di Auschwitz al concerto dell'Epifania 2019

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

 Il tema della colonna sonora di Schindler's list eseguito su un violino che fece parte di uno dei molteplici gruppi musicali del campo di concentramento di Birkenau ad Auschwitz: sarà questo il momento più intenso e significativo del XXIV Concerto dell'Epifania, il tradizionale appuntamento musicale in programma venerdì 4 gennaio alle ore 20.30, al teatro Mediterraneo di Napoli, per essere poi trasmesso domenica 6 gennaio alle ore 9.30 su Rai Uno.
    Proveniente dal Museo Civico di Cremona e reso disponibile dalla sensibilità di Carlo Alberto Carutti, la violinista Alessandra Sonia Romano farà vibrare le corde dell'antico strumento, che la giovane Eva Maria Levi il 6 dicembre 1943 portò via con sé nel suo viaggio senza ritorno dal binario 21 della Stazione centrale di Milano al campo di concentramento e recuperato dal fratello Enzo che fu fra i 5 sopravvissuti, su 243 deportati del suo convoglio. Questo a memoria del secolo scorso, oggi così attuale dinanzi alla diffusione di nuovi razzismi, rappresenterà il simbolo e la sintesi di un'edizione ispirata al messaggio inviato da Papa Francesco in occasione della 52. ma Giornata mondiale della pace.

"Abbiamo fatta nostra la convinzione ed il monito del Santo Padre che la pace si radichi sul rispetto di ogni persona, qualunque sia la sua storia, sul rispetto del diritto e del bene comune, poiché necessita della visione di un grande progetto politico fondato sulla responsabilità reciproca" ha dichiarato Giuseppe Reale, presidente dell'Associazione Oltre il Chiostro onlus; "in tal senso, abbiamo accolto il suo incoraggiamento a progettare il futuro sostenendo il talento dei giovani, poiché la diffusione dei valori del rispetto e della tolleranza si fonda nelle singole coscienze e sui volti delle persone".

La 24esima edizione del Concerto dell'Epifania 2019 sarà presentata giovedì 3 gennaio alle ore 11.00, presso l'Antico Refettorio del Complesso Monumentale di S. Maria la Nova a Napoli. La manifestazione è realizzata con il contributo della Regione Campania e del Comune di Napoli; è promossa dall'Associazione Oltre il Chiostro onlus ed è prodotta per la RAI dalla Melos International di Dante Mariti in collaborazione con l'Associazione Musica dal mondo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?