Salta al contenuto principale

Al «Cimarosa» arriva l’estate con la xi edizione di «all’ombra del castello»

 

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 51 secondi

Avellino, lunedì 1 luglio 2019 –È una delle rassegne più amate dal pubblico del «Cimarosa». Torna a lugliocon 3 cncertidedicatiad uno dei più grandi pianisti della storia del Jazz quale Thelonious Monk, alle più belle colonne sonore del Cinema portate sul palco dalla «Young Sinfonietta», al piano solo di Sebastian Beltraminie il gran debutto con la Lirica targata Wolfgang Amadeus Mozartcon l’Orchestra del Conservatorio di Avellino diretta da Massimo Testa.

 

Mercoledì 3, giovedì 4, lunedì 8 e sabato 13 luglio,alle ore 20:30, nella splendida location dell’Auditorium di piazza Castello, il Conservatorio «Cimarosa» di Avellino, presieduto da Luca Ciprianoe diretto da Carmelo Columbro, alza il sipario sulla XI edizione de «All’ombra del castello», rassegna concertistica che celebra l’estate in musica della Città di Avellino.

 

4 giorni di musica, ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti a sedere, declinati attraverso la Lirica, un tributo jazz, un concerto sinfonico e un recital pianistico, che spazieranno dalle sarabande di Mozartalle improvvisazioni di Thelonious Monk, dalle musiche di GuastavinoMusorgskije le più amate composizioni scritte per ilgrande schermo.

 

«Torna una delle rassegne storiche del “Cimarosa”. Uno degli appuntamenti estivi più amati dalla città che quest’anno arriva alla sua undicesima edizione. E torna con quattro concerti che porteranno all’interno dell’Auditorium di piazza Castello la grande lirica di Mozart e il jazz di uno dei suoi interpreti più importanti come Monk, spaziando dalle musiche di Musorgskij, Guastavino e Ginastera alle colonne sonore composte per il Cinema– spiegano il presidente Luca Cipriano e il direttore Carmelo Columbro –Con “All’ombra del castello” il Conservatorio di Avellino offre al suo affezionato pubblico, anche nei mesi estivi, musica di qualità, sempre nell’obiettivo di valorizzare le produzioni musicali eseguite da allievi e docenti del “Cimarosa”».

 

Si parte in pompa magna, mercoledì 3 luglio, alle ore 20:30,in Auditoirum, con«Così fa Mozart - Sarabanda mozartiana tra gioco e realtà per voci recitanti, solisti e orchestra». Arie, concertati e cori tratti dalle opere di Mozart, messe in forma di spettacolo scenico con testi e recitazione aggiuntivi. Il cast vocale del Conservatorio «Cimarosa» sarà composto da Maria Alvino, Francesca Del Vacchio, Natalia Dmytruk, Antonella Firinu, Wang Lu, Carmen Pellegrini, Jessica Penon Apollonia Vergolino, soprani, Flavia Fioretti edHera Guglielmo, mezzosoprani, Mo Chen, tenore, Zhang Leo Benxi edHe Jinzhao, baritoni, Zhang Ruicong, basso, Emanuele Cappellotto, mandolino e Flavio Siani, Mozart. 

Il tappeto sonorosarà affidato all’Orchestra del «Cimarosa» che per l’occasione sarà diretta dal maestro Massimo Testa.La regia, invece, sarà affidata al maestro Giuseppe Sollazzo. Elementi scenici a cura di Massimo Nota, Costumi di Lorenzo Zambrano, Maschere de «Gli amici di Pierrot». Maestro collaboratore e Direttore musicale di Palcoscenico sarà il maestro Concetta Varricchio. Mentre gli assistenti alla direzione d’orchestra e maestri di palcoscenico saranno Antonio Ferraro, William Antonio Taurasi e Rosanna Capriglione.

 

Si proseguirà giovedì 4 luglio alle ore 20:30con «Monk’s Mood», il concerto tributo dedicato alla musica del pianista e compositore statunitense Thelonious Monk con gli studentidel Dipartimento di Musica jazze dai docenti Maria Pia De Vito, Daniele Scannapieco, Aldo Farias, Tommaso Scannapieco, Andrea Avena ePier Paolo Pozzi.

 

Terzo appuntamentofissato per lunedì 8 luglio, sempre alle 20:30 con il recital pianistico «Dall’Argentina alla Russia» con il piano solo di Sebastian Beltraminie le musiche di Carlos Guastavino«Bailecito» e «Tierra linda», la «Sonata op.22 n°1» di Alberto Ginastera, e i «Quadri da un’esposizione» di Modest Musorgskij.

 

Gran finale in programma sabato 13 luglio ancora alle 20:30e sempre in Auditorium con «Immaginando… il futuro – Fantasia giovanile di Mezza estate»concerto della «Cimarosa Young Sinfonietta»sulle musiche di Bach« Concerto in Re min per 2 violini, archi e basso continuo», Schubert«Sinfonia N°8 Incompiuta – 1 Movimento», Griegda Peer Gynt « Suite n°1, In the hall of the mountain king», Morricone«Gabriel’s Oboe» da «Mission» e «Fantasia per Orchestra sinfonica» da «Nuovo Cinema Paradiso», Piovani«Main theme» da «La Vita è bella», Mancini«Main theme» da «The pink panther», Schifrin«Main theme» da «Mission: Impossibile» e il «Main theme» di Zimmertratto da «Il Gladiatore». Sul palco insieme agli oltre 60 musicistidella «Young Sinfonietta»saliranno anche Simone GilibertiLucrezia Caponeai violini, Manuel Molinarioall’oboe e Chiara Passaroal pianoforte. Direttorii maestri Massimo Testa e Veaceslav Quadrini Ceaicovschi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?