Salta al contenuto principale

La Campania alza il sipario sulle Universiadi: 4 tedofori per la torcia

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

- Sarà il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ad aprire ufficialmente i giochi delle Universiadi di Napoli 2019 questa sera nel corso della cerimonia inaugurale allo stadio San Paolo. In città cresce l'attesa per la grande festa di musica e luci allestita da Marco Balich e sono oltre 25 mila i biglietti venduti per la cerimonia in diretta dalle 21 su Rai 2: tanti i napoletani che vogliono godersi lo spettacolo e scoprire di persona il San Paolo rinnovato, con i nuovi seggiolini, la nuova pista, le nuovi luci e i due grandi maxischermi. Resta intanto l'incertezza sull'ultimo tedoforo che accendere il braciere: da indiscrezioni potrebbe trattarsi di Lorenzo Insigne o del giovane portiere del Napoli, Alex Meret, ma voci parlano anche di Sara Simeoni, due vittorie alle Universiadi nel salto in alto, e del presidente della Fisu Oleg Matytsin.
    Stasera, in occasione della cerimonia inaugurale, all'esterno dello stadio ci sarà anche una delegazione dei lavoratori di Whirlpool, la fabbrica a Napoli il cui futuro resta in bilico, che porteranno la crisi del lavoro all'attenzione degli spettatori e dei rappresentanti istituzionali.

Quattro tedofori introdurranno la fiaccola delle Universiadi all'interno dello stadio San Paolo di Napoli, in occasione della cerimonia d'apertura dei Giochi in programma domani sera. Tre sono stati rivelati nel corso della presentazione dello show da Marco Balich: sono l'olimpionico del judo, Pino Maddaloni, l'apneista Maria Felicia Carraturo e lo schermidore Diego Occhiuzzi. Riserbo sul nome del quarto tedoforo che potrebbe uscire da una rosa di papabili che comprende la campionessa di salto in alto Sara Simeoni, il presidente della Fisu Oleg Matytsin e un calciatore del Napoli: in tal caso il nome più gettonato è quello di Lorenzo Insigne.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?