Salta al contenuto principale

Febbre Napoli-Juventus, Allegri: "Non firmo per il pari" Si spera in Higuain

Campania
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

La mano di Higuain è dolorante, ma potrebbe essere a disposizione. Sono fiducioso...". Così Massimiliano Allegri sull'impiego al San Paolo, contro il Napoli, dell'attaccante argentino, operato lunedì per una frattura alla mano sinistra.

A Maurizio (Sarri, ndr) non sto più dietro. La sua è una strategia per creare confusione...".
    Massimiliano Allegri commenta così le affermazioni del tecnico del Napoli, secondo cui l'Inter sta facendo un altro campionato perché non ha l'impegno della Champions. "Una volta ha il campo, un'altra il fatturato o la Champions. Io evito... - aggiunge il tecnico della Juventus - dico solo che allenarsi una volta alla settimana fa bene, ma è bello giocare ogni tre giorni".
    "Napoli è un buon test, una partita di grande fascino, sono i favoriti per lo Scudetto perché sono davanti, e noi dobbiamo arrivare a marzo per giocarci tutto con serenità. Dobbiamo avere rispetto per il Napoli". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sull'anticipo di domani sera al San Paolo. "Sta facendo cose straordinarie, c'è da fargli i complimenti. Per noi è un buon test, in vista della prima partita importante della stagione con l'Olympiacos: lì dobbiamo andare a qualificarci".

"Non firmerei per il pari, ma pensiamo alla prestazione: deve essere bella dal punto di vista tecnico, tattico e soprattutto fisico". Allegri chiede fisicità alla Juventus in vista del big match di domani con il Napoli.
    "Tutti parlano dell'attacco del Napoli, ma difendono bene - spiega l'allenatore bianconero -. Davanti hanno grande tecnica, sono piccolini, veloci, caratteristiche diverse dalle nostre: Mertens è più piccolo di Mandzukic ad esempio, stessa differenza che c'è tra Khedira e Jorginho, Insigne e Higuain. Sarri è bravo, come deve essere, a sfruttare le qualità dei suoi giocatori".
    Un occhio di riguardo dovrà prestarlo alla catena di sinistra: "Ha trovato questo giochino sulla sinistra e sono bravetti - prosegue Allegri -, Insigne è cresciuto molto, ha qualità tecniche, a sinistra lui, Hamsik, gli inserimenti di Mertens, Mario Rui. Dovremo stare attenti".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?