Salta al contenuto principale

Albergo finanziato dalla Regione e mai costruito
Riga: «Posso dimostrare che non c'è danno erariale»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi

CROTONE - Ha aspettato una settimana poi Gianfranco Riga, editore di Video Calabria, attraverso un comunicato, ha voluto chiarire la propria posizione riguardo il danno erariale da quasi 900 mila euro legato alla costruzione di un albero nel Crotonese segnalato dalla Finanza alla Corte dei conti (LEGGI) e ha precisato di essersi «immediatamente attivato per confutare le risultanze che hanno portato il nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza ad accertare un presunto danno nei confronti dell’Erario». 

Riga ha chiarito che l’indagine ha riguardato un finanziamento pubblico a fondo perduto erogato dalla Regione Calabria a sostegno di una iniziativa turistico/ricettiva. «In un clima di massima e costruttiva collaborazione con il Comando provinciale della Guardia di finanza di Crotone - prosegue Riga - si è provveduto a fornire la documentazione utile a chiarire l'esatta posizione della famiglia Riga». Secondo l'imprenditore «documenti cruciali non in possesso della Guardia di finanza, hanno di fatto compromesso il sereno svolgimento delle indagini, partite, tra l’altro, da un esposto basato unicamente su congetture false e calunniose». Nello specifico «questi nuovi aspetti rendono chiaro, senza ombra di dubbio, che non è avvenuto nessun danno erariale né qualsivoglia altro reato amministrativo o di ordine civile e penale. Tutto ciò per tutelare il buon nome della famiglia Riga, che, in cinquanta anni di impresa, non si è mai piegata a logiche distorte per perseguire facili utili, né ha mai intrapreso strade o percorsi che non fossero quelli, alla luce del sole, di rettitudine professionale ed onestà morale». 
In conclusione, l'imprenditore si dice «certo che la stessa Guardia di finanza, alla quale rinnoviamo la nostra stima e a cui guardiamo con assoluto rispetto e fiducia, sulla scorta della nuova documentazione acquisita, fugherà ogni ombra maligna che si possa essere addensata sulla vicenda».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?