Salta al contenuto principale

Tutti fuori dalle ville di lusso confiscate
alle cosche, blitz portato a termine nel Cosentino

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

AMANTEA (CS) - Sono state defintivamente sgomberate e confiscate le ville di proprietà di alcuni esponenti di spicco della locale cosca Gentile-Africano, coinvolti nella nota operazione antimafia "Nepetia" del dicembre 2007. 

Il provvedimento giudiziario della confisca era in effetti stato emesso già da alcuni mesi, ma ancora la reale esecuzione non era stata effettuata. Stamattina decine di uomini dei Carabinieri e della Polizia di Stato, con il supporto del corpo Forestale dello Stato e della Polizia Municipale e su richiesta dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati, hanno circondato l'area in cui si trovano gli edifici, posti ai margini della vecchia statale 18 che è stata chiusa al traffico. 

Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del fuoco e personale del 118. Le operazioni di sgombero, tuttavia, si sono svolte senza particolari problemi. Solo in un caso è stato necessario forzare una porta, con l’aiuto dei vigili dl fuoco, perchè gli occupanti non volevano aprire alle forze dell’ordine. Gli edifici, tra cui una villa con piscina, sono stati consegnati all’Agenzia nazionale per i beni confiscati, in attesa di un loro utilizzo a scopo sociale. Complessivamente, sono stati utilizzati una settantina di rappresentanti delle forze dell'ordine.

LA VILLA ABUSIVA DEL CLAN PESCE DEMOLITA DALLE RUSPE: GUARDA IL VIDEO

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?