Salta al contenuto principale

Ghiaccio e neve, in 30 in ospedale
A Poggio tre Galli maxi tamponamento al rondò

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 8 secondi

NON è stata la neve, peraltro poca quella raccoltasi in città ma anche nelle contrade, bensì il ghiaccio il nemico con cui ieri hanno dovuto fare i conti gli automobilisti potentini ma soprattutto i pedoni. E questo perché di sale sia sulle strade che sui marciapiedi neanche l’ombra. Bilancio? Una trentina di persone finite al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo a seguito di rovinose cadute. Due cittadini hanno riportato alcune fratture, una un trauma cranico le altre 13 alcune contusioni più o meno gravi.
Ghiaccio che non ha risparmiato neanche la centralissima via Pretoria dove quel poco di neve caduta in mattinata si è trasformata in un lastrone degno di una pista di pattinaggio.
E non sono mancati i problemi, sempre causa ghiaccio, alla circolazione stradale. Con pattuglie della Polizia municipale che sono dovute intervenire per ripristinare la circolazione a seguito di piccoli e grandi tamponamenti.
Quello più spettacolare - ovviamente per chi l’ha visto e non l’ha vissuto in prima persona - è avvenuto intorno alla 12.30 a Poggio tre Galli all’altezza del rondò che porta da un lato verso via Vienna e dall’altro a via Adriatico.
Cinque le autovetture coinvolte nello scontro che non ha avuto per fortuna gravi conseguenze per gli automobilisti per il solo fatto che le auto non procedevano ad elevata velocità. L’impatto, però, tra i mezzi è stato inevitabile con alcune autovetture che si sono messe di traverso rispetto al normale senso di marcia creando, a effetto domino, il blocco temporaneo della circolazione. Solo dopo l’intervento degli agenti della polizia municipale e la rimozione delle autovetture la circolazione è stata ripristinata.
Insomma a Potenza, come sempre, il copione si ripete ogni qual volta la neve cade dal cielo più o meno abbondante. Neanche si trattasse di episodi straordinari. Il capoluogo di regione, infatti, è notoriamente una città di montagna e non certo di mare ma purtroppo bastano due fiocchi di neve ed è il caos.
Le condizioni meteo però non promettono nulla di buono. Già ieri pomeriggio è ripreso a nevicare.
I fiocchi di neve dovrebbero cadere anche oggi - le precipitazioni potrebbero addirittura intensificarsi - “regalando” una vigilia di Capodanno imbiancata.
Pertanto l’Acta ha fatto sapere, a tutti i titolari di esercizi commerciali, quali bar ma soprattutto ristoranti e locali in cui si terranno i tradizionali veglioni di fine anno, di aver messo a disposizione sacchetti di sale.
Sale che i titolari dei ristoranti e dei locali potranno ritirare nella sede dell’Acta di via della Siderurgica e che potranno così spargere davanti gli ingressi dei loro locali onde evitare che si formi ghiaccio che potrebbe rovinare i cenoni o i veglioni di fine anno.
Tutto sommato - tranne qualche disguido nelle prime ore della mattinata di ieri - ha funzionato il servizio per l’emergenza neve predisposto dall’assessore co munale all’Ambiente, Pasquale Pepe e da quello alla Mobilità, Gerardo Bellettieri.
I potentini da ieri hanno a disposizione due numeri telefonici dell’Acta per effettuare segnalazioni in caso di problemi che si dovessero verificare a seguito delle precipitazioni nevose, in atto e per quelle previste nei prossimi giorni.
Il servizio - in mattinata più di qualche cittadino ha segnalato che ai due numeri messi a disposizione non rispondeva nessuno - intorno alle 13 era perfettamente funzionante.
Per chi dovesse avere problemi è possibile contattare lo 0971/1944011 o il numero verde 800276486.
Unica raccomandazione è quella di telefonare solo ed esclusivamente in caso di effettiva necessità, per evitare di sovraccaricare le linee e creare problemi a chi dovesse segnalare situazioni di emergenza.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?