Salta al contenuto principale

La Procura allunga lo sguardo sulle assunzioni
effettuate dalla Fondazione Calabresi nel Mondo

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

 

CATANZARO - Prima le indagini su Calabria Etica, ora nel mirino della Procura della Repubblica di Catanzaro è finita la Fondazione Calabresi nel Mondo che fa capo al deputato di Forza Italia, Pino Galati. Troppe anomalie nelle assunzioni, specie a pochi mesi dalle elezioni comunali di Lamezia Terme.

Per questo, la Procura ha avviato una serie di verifiche sulle assunzioni fatte dalla Fondazione Calabresi nel Mondo, organismo in house della Regione Calabria. Al momento, secondo quanto si è appreso, la Procura ha avviato le verifiche per accertare se sono state commesse violazioni di legge in relazione alle assunzioni di un centinaio di collaboratori fatte nel 2014. L’attività di ricognizione è diretta dal Procuratore aggiunto della Repubblica, Giovanni Bombardieri.

Non esiste un vero e proprio fascicolo d’inchiesta in attesa dell’acquisizione di atti e documenti che potrebbe essere eseguita nei prossimi giorni. Allo stato, comunque, non ci sono ipotesi di reato e persone sottoposte ad indagini. Per quanto riguarda, invece, l'inchiesta sulle assunzioni a Calabria Etica si è passati da un'indagine contro ignoti ad una iscrizione nel registro degli indagati per il presidente Pasqualino Ruberto (LEGGI L'ARTICOLO).

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?