X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

Con ben 13 nuovi film e una capienza delle sale tornata al 100%, questa settimana il cinema sembra aver ripreso a pieno la sua attività.

Questa volta sarà The Last Duel di Ridley Scott a competere con 007 – No Time To Die per la corsa al primo posto nella classifica del botteghino che si fa sempre più accesa e interessante (ancora con un margine sul mercato del -65% circa rispetto all’epoca prepandemica).

Dopo oltre vent’anni da Will Hunting – Genio ribelle di Gus Van Sant, Matt Damon e Ben Affleck sono tornati a lavorare insieme alla sceneggiatura di un romanzo storico che aveva molto colpito Damon, “L’ultimo duello. La storia vera di un crimine, uno scandalo e una prova per combattimento nella Francia medievale” (2004) di Eric Jager, il quale ricostruiva la vera storia dell’ultimo grande duello giudiziario tra cavalieri nella Francia del XIV secolo.

Nel film, sul finire della Guerra dei Cent’anni, Jacques Le Gris, cavaliere normanno, viene accusato da Marguerite de Carrouges di averla violentata mentre il marito di lei, Jean de Carrouges, era in battaglia, la sfida tra i due cavalieri dovrà decretare, secondo giustizia divina, la colpevolezza o l’innocenza dell’accusato.

The Last Duel di Ridley Scott rimette in scena questo episodio storico in una pellicola epica, curata nei costumi, nelle ambientazioni ed estremamente interessante dal punto di vista dell’analisi umana e sociale, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna in una prospettiva universale. Il film, che vede protagonisti gli stessi Matt Damon e Ben Affleck con Adam Driver e Jodie Comer, si articola in tre capitoli, ciascuno dei quali mette in luce una prospettiva diversa della storia.

Presentato Fuori Concorso alla 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, The Last Duel sarà in sala a partire dal 14 ottobre distribuito da Walt Disney.

Tra le nuove pellicole in sala dal 14 ottobre non manca nemmeno uno degli attesi film Marvel, Venom: La Furia di Carnage di Andy Serkis, secondo film dell’Universo Spider-man della Sony, sequel di Venom (2018). Anche questa volta Tom Hardy interpreta il giornalista Eddie che ospita e gestisce nel proprio corpo un simbionte, creatura aliena affamata di esseri umani, Venom, il quale dovrà vedersela con un nemico suo pari, detto Carnage, ospitato nel corpo del serial killer Cletus Kasady, interpretato da Woody Harrelson. Il secondo capitolo di Venom sarà in sala a partire dal giovedì distribuito da Warner Bros Italia.

Anche Ariaferma di Leonardo Di Costanzo è stato presentato all’ultima Biennale Cinema e vede protagonisti, in un connubio egregio, Toni Servillo e Silvio Orlando, rispettivamente quali ispettore e detenuto, bloccati in un carcere in dismissione insieme ad una manciata di altre guardie e reclusi, in un’atmosfera sospesa che ridisegna le relazioni umane.

Ariaferma uscirà giovedì prossimo con Vision Distribution. Sempre a partire da giovedì saranno al cinema due film al femminile interpretati da due attrici di grande talento: I’m Your Man di Maria Schrader, distribuito da Koch Media, in cui Maren Eggert, che per questo ruolo ha vinto l’Orso d’oro per la migliore interpretazione al Festival del Cinema di Berlino del 2021, interpreta una ricercatrice coinvolta in prima persona in uno studio sulla relazione tra un essere umano e un robot umanoide progettato appositamente per essere il compagno di vita perfetto; e La Padrina di Jean-Paul Salomé, distribuito da I Wonder Pictures, in cui Isabelle Huppert è una traduttrice specializzata in intercettazioni telefoniche per la squadra antidroga che, sospesa tra buone intenzioni e interessi personali, non si lascia sfuggire l’occasione di diventare una “trafficante all’ingrosso”.

È tenera, un po’ bizzarra e assai gradevole la commedia francese #Iosonoqui di Eric Lartigau, dal 14 ottobre al cinema distribuita da Officine Ubu. Nel film Alain Chabat è uno chef di successo che vive e lavora nei Paesi Baschi, circondato da una natura rigogliosa e da affetti molto stretti, ma la sola cosa che lo attrae sono le esotiche conversazioni via social con una misteriosa donna coreana. Per lei intraprenderà uno strano viaggio reale, virtuale e interiore.

Stefano Accorsi e Miriam Leone sono protagonisti di un’altra commedia, un po’ folle e romantica, firmata da Simone Godano, in sala a partire da giovedì con 01 Distribution, Marilyn Ha Gli Occhi Neri, film dai risvolti emozionanti che ha chiuso il Bif&st – Bari International Film Festival.

Solo da oggi fino a mercoledì, distribuito da Lucky Red, sarà in sala il docufilm su un personaggio icona della moda italiana e fondatore di uno dei marchi più conosciuti al mondo, Salvatore – Il Calzolaio dei Sogni di Luca Guadagnino, storia di un uomo, Salvatore Ferragamo, che dal niente, con la sola sua abilità e creatività visionaria, realizzò un impero imprenditoriale e artistico apprezzato in tutto il mondo, facendo emergere il gusto, l’ingegno e i valori italiani anche negli USA. Luca Guadagnino impreziosisce il suo film con immagini inedite e testimonianze uniche che vedono tra i protagonisti, accanto ai membri della famiglia Ferragamo, il regista Martin Scorsese e studiosi, docenti, stilisti, giornalisti, critici di moda e cinematografici.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA