X
<
>

Roberto Gervaso

Condividi:

Ultimo saluto a Roberto Gervaso nella chiesa degli Artisti in piazza del Popolo, a Roma, dove oggi si sono svolti i funerali. Nei giorni scorsi era stata allestita la camera ardente in Campidoglio.

Lo scrittore e giornalista è morto il 2 giugno scorso in ospedale a Milano, dove era ricoverato da alcuni giorni per l’aggravarsi di una malattia che stava combattendo da un paio di anni.

La bara è uscita dalla chiesa tra gli applausi delle gente.

La notizia della scomparsa di Roberto Gervaso era stata data dalla figlia Veronica, giornalista: “Sei stato il più grande, colto e ironico scrittore che abbia mai conosciuto. E io ho avuto la fortuna di essere tua figlia. Sono sicura che racconterai i tuoi splendidi aforismi anche lassù. Io ti porterò sempre con me. Addio”.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA