X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Si sono chiusi con un bilancio senza dubbio più che positivo gli Special Olympics Italia Smart Games 2020, l’iniziativa lanciata nel corso del mese di maggio (l’evento si è svolto dal 10 al 31 maggio) da Special Olympics Italia, la declinazione italiana del movimento mondiale Special Olympics. Un «programma educativo, che propone ed organizza allenamenti ed eventi solo per persone con disabilità intellettiva e per ogni livello di abilità».

L’attività del movimento è tesa a creare «un nuovo mondo fatto di inclusione e rispetto. Dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità. Stiamo contribuendo a rendere il mondo un posto migliore, più sano e più gioioso – un atleta, un volontario, un membro della famiglia alla volta».

Gli Special Olympics Italia Smart Games 2020

L’iniziativa, il cui motto era “Everywhere we play” (Giochiamo ovunque), è stata lanciata ad aprile. L’obiettivo era di realizzare un evento assolutamente nuovo, diverso rispetto alla tradizione del movimento. Un appuntamento che facesse del lockdown a causa della pandemia di coronavirus Covid-19 un’occasione per crescere insieme.

La cerimonia di presentazione è stata aperta dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora. Il ministro si è detto «molto felice perché uno dei momenti più belli che ho vissuto da quando sono Ministro per lo Sport, è stato l’incontro con voi, con il vostro mondo. Sono entrato in una famiglia che porta avanti dei valori, un’idea di società diversa».

Dal 10 al 31 maggio, al sicuro, in casa propria gli atleti Special Olympics, in tutta Italia, si sono cimentarsi in 18 sport differenti. L’attività si è svolta con appositi esercizi elaborati e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina e messi a disposizione su una Playlist Youtube.  

Le discipline sportive proposte sono state:

  • Atletica
  • Badminton
  • Basket
  • Bocce
  • Bowling
  • Calcio
  • Canottaggio
  • Karate
  • Ginnastica
  • Golf
  • Nuoto
  • Equitazione
  • Pallavolo
  • Racchette da neve
  • Rugby
  • Snowboard
  • Tennis
  • Tennistavolo

In particolare, gli Smart Games hanno ripercorso on-line tutte le fasi e le caratteristiche tipiche di ogni evento tradizionale Special Olympics. «Dalla conferenza stampa di presentazione – si legge sul sito ufficiale del movimento – al Torch Run, dalla Cerimonia di Apertura alle prove di abilità e alle competizioni vere e proprie, fino ad arrivare al momento del riconoscimento e della premiazione finale».

La filosofia di fondo che ha accompagnato l’iniziativa non è cambiata malgrado il lockdown: nessuno resti escluso. Oltre agli atleti di ogni età e di ogni livello di capacità sono stati coinvolti i Team scolastici, gli atleti partner senza disabilità intellettiva nelle prove di sport unificato, i volontari, i medici dei programmi Salute e i dipendenti delle aziende partner nel tifo e nel sostegno a distanza, senza dimenticare, ovviamente i familiari. 

Le premiazioni

Sulla pagina Facebook di Special Olympics Italia (CLICCA) nel corso dei prossimi giorni sarà effettuata «la pubblicazione dei risultati. «Nessuna tristezza nel cuore, ci raccomandiamo». Scrivono gli organizzatori, «perché, come si dice, il bello deve ancora venire e arriverà con la consegna delle medaglie e con il momento in cui potremo tornare ad abbracciarci. Non vediamo l’ora di vedere la medaglia al collo di ogni atleta che si è impegnato ancora una volta con tutte le sue forze in questi Smart Games».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares