X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Il binomio tra digitale e funzione sociale fa tappa presso la One Health Vision di Lecce. L’azienda ha creato nei mesi scorsi “Leggo Facile”, una App che facilita il trattamento della dislessia a domicilio o in qualsiasi luogo grazie a un pc e una connessione internet.

Grazie a questo prodotto, è stata premiata durante la Maker Faire di Roma, la più importante edizione europea della fiera nata nel 2006 a San Francisco, tra le principali al mondo su innovazione, scienza e tecnologia. “Leggo Facile” ha consentito all’azienda salentina di portarsi a casa il “Top of the Pid 2020 Re-start!”, il premio promosso dai PID, i Punti Impresa Digitale attivati dalle Camere di commercio di tutta Italia per favorire la digitalizzazione tra le imprese.

Ma come funziona questa App? È stata creata durante i mesi di restrizioni degli spostamenti a causa della pandemia, concepita per consentire alle persone dislessiche di poter continuare a lavorare sul proprio disturbo esercitandosi in casa, con il sostegno dei proprio genitori, non potendo più fare ricorso a logopedisti e psicologi in presenza. “Leggo Facile” consente inoltre di tracciare i progressi compiuti grazie a una innovativa piattaforma.

Disponibile sul sito leggofacile.com, propone esercizi che combinano i benefici del tachistoscopio, strumento che espone chi lo usa a stimoli visivi di durata breve e variabile, a quelli di un potente motore di riconoscimento vocale in grado di riconoscere, grazie a un algoritmo, gli errori di pronuncia.

L’App riesce quindi a capire e comunicare i progressi, nonché a calibrarsi automaticamente in base all’utente: la difficoltà cresce se le esercitazioni non presentano errori, diminuisce in loro presenza.

«Siamo onorati di questo riconoscimento – dichiara Vincenzo Ciccarese, cofondatore di One Health Vision – e proseguiremo nel percorso avviato, proponendo strumenti sempre più innovativi ed efficaci da mettere a disposizione dei bambini con difficoltà di apprendimento. La dislessia è un disturbo che va trattato in età scolare per evitare che possa trascinarsi nel tempo. Abbiamo verificato che con 20 minuti di trattamento protratto per tre mesi, i bambini hanno la possibilità di raggiungere un livello adeguato di lettura».

Saluta con favore il premio per “Leggo Facile”, anche per il suo risvolto sociale, Vincenzo Benisi, presidente della Camera di Commercio di Legge.

«L’utilizzo delle tecnologie 4.0 è imprescindibile per scrivere storie di successo e affrontare con strumenti adeguati le sfide economiche, soprattutto nel complesso periodo che stiamo vivendo. La Camera di Commercio ha già investito ingenti risorse per supportare le imprese nella transizione al digitale e si accinge a rinnovare l’impegno con un nuovo bando che partirà a breve. Sotto il profilo operativo poi, il Punto impresa digitale della Camera di Commercio di Lecce affianca le imprese, passo dopo passo, in questo delicato percorso grazie ad attività di assessment, orientamento, formazione, informazione ed assistenza diretta».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares