X
<
>

Il piccolo ucciso con il padre

Condividi:

Un bambino di 10 anni è stato ucciso con una coltellata al collo nella sua abitazione a Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo. È accaduto ieri pomeriggio. Il padre, piantonato in ospedale, è stato arrestato.

Il padre è stato trovato privo di conoscenza in un’altra stanza dell’abitazione alla quale però, da qualche settimana, aveva il divieto di avvicinarsi.

A trovare senza vita il figlio, precedentemente riportato a casa da un parente, è stata proprio la mamma, rientrata intorno alle 15.30. Per il piccolo, colpito al collo, sono stati inutili i soccorsi. Il padre, un 44enne polacco, è stato invece portato in ospedale in codice rosso ed è ancora ricoverato in prognosi riservata.

L’uomo, piantonato all’ospedale di Belcolle, è stato arrestato dai carabinieri, in accordo con il procuratore della Repubblica di Viterbo. I carabinieri impegnati nelle indagini stanno verificando se sia scappato dallo stesso nosocomio dove già era stato ricoverato per Covid o se invece sia stato dimesso nei giorni scorsi.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA