X
<
>

Selvaggia Lucarelli e, a destra, il pugile Roberto Di Blasio

Condividi:

ROMA – È stato sospeso “da ogni attività agonistica, sociale e federale” Roberto Di Blasio, il pugile di Manziana, che ha sferrato una testata contro la giornalista Selvaggia Lucarelli durante la manifestazione No Green Pass al Circo Massimo del 20 novembre.

Lo ha deciso il tribunale della Federazione pugilistica italiana. La procura federale aveva di recente aperto un procedimento disciplinare nei confronti del boxeur sessantenne che a Circo Massimo ha aggredito la Lucarelli.

Con l’ordinanza firmata dal presidente Andrea Altieri e da altri due componenti si è deciso che la misura cautelare avrà validità fino al 21 gennaio 2022, data in cui termineranno le indagini della procura federale.

Il tribunale ha sentito l’iscritto nei giorni scorsi in merito a “presunti comportamenti antiregolamentari, estranei al contesto sportivo federale”. I giudici federali hanno posto l’accento sulla “gratuita e inaudita violenza”, oltre al “danno all’immagine della Federazione”.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA