X
<
>

La conduttrice tv e showgirl Stefania Orlando

Condividi:

L’ITALIA televisiva continua ad appassionarsi al dibattitto intorno al Ddl Zan e alla ricerca di nuove misure contro l’omofobia. Le questioni sui diritti trovano sempre nuovi protagonisti e ieri, dal salotto televisivo di “Diritto e rovescio”, il programma di Rete 4 condotto da Paolo Deldebbio, l’ultimo contributo alla discussione è stato quello di Stefania Orlando che sul punto si è confrontata con Giuseppe Cruciani. “L’Italia ha bisogno di leggi che contrastino l’odio” ha detto la Orlando.

Per la conduttrice televisiva e concorrente dell’ultima edizione del Grande Fratello “in Italia va potenziata la cultura del rispetto verso il prossimo. Una legge non può cambiare una mentalità ma può servire ad educare le nuove generazioni”.

Scettico Cruciani: “Sempre leggi, sempre e solo leggi, l’Italia è il paese delle leggi e delle sanzioni. L’omofobia non si ferma con le sanzioni”.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA