X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – «Seguo con preoccupazione quanto sta accadendo nel Mediterraneo orientale, una zona insidiata da vari focolai di instabilità. Faccio appello al dialogo costruttivo e al rispetto della legalità internazionale per risolvere i conflitti che minacciano la pace dei popoli di quella regione».

Lo ha detto Papa Francesco durante l’Angelus.

«La croce – ha poi ricordato il Pontefice – è segno santo dell’Amore di Dio, è segno del Sacrificio di Gesù, e non va ridotta a oggetto scaramantico oppure a monile ornamentale».

In collaborazione con Italpress

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares