X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Finora si è trattato più che altro di voci e tesi complottistiche diffuse sul web. In tanti hanno sostenuto sulla rete che il coronavirus Covid-19 fosse un esperimento di laboratorio sfuggito di mano ma, finora, non si è andato oltre le supposizioni.

Oggi a dare sostegno alla tesi che il virus responsabile della più grande pandemia degli ultimi 100 anni capace di mettere in ginocchio l’intera economia mondiale arriverebbe un servizio, risalente al 16 novembre 2015, quindi a tempi non sospetti, del Tg Leonardo, l’edizione scientifica del telegiornale di Rai3, ma le cose non stanno come sembrano..

In quella trasmissione (GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DEL SERVIZIO) viene trasmesso un servizio di Maurizio Menicucci in cui si dà la notizia della creazione in Cina di un supervirus attraverso l’introduzione nel codice genetico del virus della Sars di una proteina estratta dai pipistrelli. In questo modo si è creato un supervirus che attacca i polmoni e che si trasferisce all’uomo senza l’intermediazione di specie secondarie come i topi.

IL SERVIZIO DI TG3 LEONARDO SUL SUPERVIRUS CINESE

SI tratta del Covid-19? Certamente i dubbi che vengono alimentati sono molti visto che le analogie tra quel virus creato in laboratorio e il Covid-19 sono davvero notevoli ma le cose, come vedremo, non stanno proprio così.

In prima battuta, infatti, già il Direttore della testata regionale Rai, Alessandro Casarin, spiega che «Il servizio del 16 novembre 2015 andato in onda nella rubrica ‘Leonardo’ della TgR è tratto da una pubblicazione della rivista Nature», aggiungendo che «Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19».

E in realtà, il genoma del Sars-cov-2 è noto al pubblico e nessuno fino ad oggi ha scoperto alcuna traccia di possibili manipolazioni o ingegnerizzazioni. Ci sono stati degli studi che hanno provato a sostenere la teoria, ma sono stati fino ad oggi ritirati. Quindi al momento il virus di cui si parla nel servizio non ha nulla a che fare con il nuovo coronavirus e non sarebbe una prova che l’attuale Covid-19 sia nato in laboratorio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares