X
<
>

Un rendering del Ponte sullo Stretto

Tempo di lettura 2 Minuti

«Apprezzo l’atteggiamento del governo che con coerenza e coraggio, anche sfidando certi insensati indirizzi ideologici ancora presenti in Parlamento, si impegnerà a trovare le risorse necessarie per la realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina. Forza Italia ne ha sempre sostenuto la necessità e l’aver indirizzato oggi i lavori d’Aula di Montecitorio proprio su questo specifico tema è un grande motivo d’orgoglio. Abbiamo risvegliato le coscienze di tutti coloro che credono nello sviluppo e nella crescita sociale del Meridione».

Lo afferma, in una nota, la deputata di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo, accettando la riformulazione da parte del governo del dispositivo dell’odg al ‘dl Fondone’ per «adottare le opportune iniziative al fine di individuare le risorse necessarie per realizzare un collegamento stabile, veloce e sostenibile dello Stretto di Messina estendendo, così, la rete dell’alta velocità fino alla Sicilia».

«L’esecutivo -spiega- ha compreso che certe chiusure demagogiche sul Ponte sono destinate a scontrarsi con la realtà, innanzitutto di una parte consistente del Parlamento. Non è un caso che l’odg sia stato controfirmato anche dalla Lega, di alcuni colleghi del Pd e del Movimento 5 Stelle e che vi fosse un odg analogo di Fratelli d’Italia da sempre favorevole al ponte. La volontà che il collegamento stabile tra la Sicilia e la Calabria venga realizzato – conclude Prestigiacomo – è trasversale e maggioritaria»

Del medesimo parere Alessandro Morelli, viceministro delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili per il quale sono «ottime notizie per chi come me crede nella improrogabile necessità di un collegamento stabile tra Sicilia e Calabria: l’ordine del giorno sul Ponte sullo Stretto è stato approvato grazie all’impegno del gruppo Lega alla Camera. Adesso il Governo dovrà reperire le risorse necessarie per mettere a terra il progetto. Finalmente si chiude la stagione dell’immobilismo per passare a quella della concretezza, dando prospettive certe ad un’opera strategica, non solo per le Regioni interessate, ma per l’Italia e l’Europa intera»


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA