X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

ROMA – In attesa di scoprire quali regioni entreranno a far parte degli scenari 3 e 4 (elevata e massima gravità) il Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte ieri notte è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e diffuso sui canali del governo. Entrerà in vigore da domani, 5 novembre, fino al 3 dicembre. Ecco le nuove misure previste su tutto il territorio nazionale, a cui vanno integrate le ulteriori restrizioni introdotte nelle zone “arancioni” e “rosse” (LEGGI).

COPRIFUOCO

Su tutto il territorio nazionale è confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, con divieto di circolazione se non per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

SCUOLA

Didattica a distanza al 100% per le scuole secondarie di secondo grado e conferma dell’obbligo delle mascherine (tranne che per bambini fino a 6 anni).

CENTRI COMMERCIALI

Centri commerciali chiusi nei fine settimana, nei festivi e nei prefestivi. Escluse farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, e punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole all’interno.

MUSEI E MOSTRE

Sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura.

TRASPORTI

Per il trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale – non quello scolastico – è consentito il riempimento dei mezzi fino al 50 per cento.

SPORT

È consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

RISTORANTI

Nelle zone a basso rischio bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie sono aperti dalle 5 alle 18. il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo. Consentito l’asporto fino alle 22 e il delivery sempre. Aperti gli esercizi su autostrade, negli ospedali, negli aeroporti.

GIOCHI

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.

SERVIZI ALLA PERSONA

Parrucchieri e centri estetici restano aperti, «a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio».


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA