X
<
>

Condividi:

Da quando è all’opposizione (perché di fatto lo è), Matteo Renzi ha ritrovato smalto: «Ieri stavo vedendo la Coppa Italia, al terzo gol della Juve, e io come è noto non tifo Juve, ho spento. Quindi mi sono perso la citofonata di Salvini a Porta a Porta» – così ha detto il leader di Italia Viva – «Voglio sperare che oggi nella puntata di Don Matteo ci sarà un riequilibrio. Stiamo attenti, però, che Salvini potrebbe mettersi la tonaca e dire messa, da lui ci si aspetta di tutto». Capace proprio di tutto, è vero. Ma da lunedì, Don Matteo, i Matteo se li chiama tutti e due. Concelebranti di un’unica messa cantata.



La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA