X
<
>

Una scrutatrice per il referendum costituzionale

Tempo di lettura < 1 minuto

Quando si dice il cambiamento. Uno vota sì al Referendum e sbaglia. Vota no e sbaglia pure. Non vota affatto e, allo stesso modo, sbaglia. Vince il sì, per andare a votare ci vuole una legge nuova e tutto resta fermo fino al 2029. Vince il no e non cambia nulla perché comunque l’anti politica è già casta da un pezzo e tra tagli & ritagli si suca l’intera legislatura. Non si vota e tutto resta per come non dovrebbe restare. Quando si dice l’esercizio della volontà popolare: tanta vaselina e molta pazienza alla fine la Repubblica degli italiani troverà la sua destinazione. Direttamente in saccoccia.

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares