X
<
>

Il Museo d'Orsay

Condividi
Tempo di lettura < 1 minuto

Niente scollature al Museo d’Orsay. È successo in Francia, pur patria del libertinismo, dove è stato impedito l’ingresso a un’affascinante visitatrice, accusata – perdindirindina – di aver violato il regolamento interno di decenza col suo adorabile décolleté. Inutile dire che non sarebbe successo nulla all’ingresso se la signora fosse stata di bellezza nascosta. Meno che mai – una cosa così – con chiunque di genere liquido. Il moralismo, ahinoi, dilaga spietato in questo tempo così ideologicamente corretto. In odium ficae.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA