X
<
>

Il carro funebre con il feretro di Gigi Proietti

Tempo di lettura < 1 minuto

Tutto un vuoto, ieri, in piazza del Popolo a Roma. Transenne, uomini in arme, i passanti bloccati e i curiosi agli angoli stretti a grappolo per avvistare l’arrivo del carro funebre scortato da motociclette: un Mercedes con tanto di crocefisso stilizzato. Ecco il funerale dell’attor giovane che fu la Morte in Brancaleone. Ecco, nell’epidemia, il suo pienone in forma di deserto. La presenza – nell’assenza – del suo stupefacente successo. E tanta merda, infine, sparsa in ogni dove. A significare nel grido di “merda-merda-merda” la dolente felicità dei commedianti. Sul Carro di Tespi se n’è andato dunque ieri Gigi Proietti.

  •  
  •  
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares