X
<
>

La statua di Diana Cacciatrice conservata al Louvre

Tempo di lettura < 1 minuto

Tra le facce imbavagliate dalle mascherine – ieri, al Villaggio Olimpico di Roma – con la sua camicia bianca si aggirava Diana Cacciatrice. Primavera bussava al cuore delle signore dalla falcata proterva tutta di voglia matta mentre le loro occhiate – al modo delle violaciocche – impegnavano la dea a una pensata avversa alle regole del Comitato tecnico scientifico. Ed ecco che – oplà – dalle mascherine delle donne faceva venir fuori il rossetto. Tutto un contagio di baci. Baci agli angeli di passaggio. Angeli con ali da draghi di Fabergé, manco a dirlo.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares