X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Roma, piazza del Popolo, ultimo giorno di zona rossa. In una distanza di neppure duecento metri c’è la plastica rappresentazione della crisi globale. Al centro c’è una pattuglia della Polizia municipale che – nel segno dell’emergenza sanitaria – controlla le autocertificazioni degli spauriti passanti. All’imbocco di via del Corso, invece, due blindati coi soldati armati s’incaricano di ricordare l’emergenza terrorismo. Tutto questo mentre subito dopo – camminando oltre – seduta su un gradino una mendicante s’incarica di un déjà-vu: la prima tra le emergenze, quella finanziaria.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

  •  
  • 118
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares