X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Nelle città, dunque, manca alla destra una classe dirigente di qualità corrispondente alla sua forza elettorale. Questo, in sintesi, è il senso dell’analisi di Massimiliano Panarari in vista della sconfitta del centrodestra alle prossime amministrative. Una riflessione quella del sociologo da accompagnare però a una considerazione fattuale: dove può mai trovare la destra una persona per bene che sacrifichi professione e reputazione per fare il sindaco con pochi mezzi e tanti guai? La sinistra prende i candidati dagli apparati di partito, garantiti – soprattutto – negli inevitabili inciampi con la giustizia. I magistrati, su questi, infatti, chiudono un occhio. Sugli altri, al contrario, vanno di manette. E la qualità della classe dirigente è tutta qua. Nel “chi si guardò, si salvò”.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA