X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NELLA giornata di oggi, 25 novembre, ha preso vita l’iniziativa “Fiore SOSpeso”, ideata dall’Unione Induista Italiana e Federfiori Confcommercio nel 2020 per dire no alla violenza sulle donne.

Sono migliaia i fiorai delle regioni di tutta Italia – riconoscibili dalla locandina affissa all’esterno dei loro negozi – ad aderire alla campagna, regalando 100 garbere rosse.

L’obiettivo dell’iniziativa è ricordare che la violenza è un problema presente nel quotidiano di molte donne, e che da inizio pandemia i numeri sono cresciuti in modo esponenziale. La giornata si concluderà con la premiazione, con il contributo dell’Unione Induista Italiana, delle cinque vetrine o composizioni floreali più toccanti.

Tra i tanti fiorai d’Italia ha aderito all’iniziativa anche Francesca Orfello con il suo negozio in Calabria. Qual è l’importanza di questo progetto? “Il progetto “Fiore SOSpeso” – racconta – nasce per sensibilizzare su una tematica molto importante, quale appunto la violenza sulle donne. Dal mio punto di vista, come donna e come fiorista, penso che il fiore in questa iniziativa simboleggi la forza che le donne hanno, ma allo stesso tempo anche la fragilità con cui spesso si trovano ad affrontare certe situazioni di violenza. Quando si parla di violenza sulle donne si pensa subito a qualcosa di fisico, ma la tematica è molto più ampia: credo che spesso sia peggio la violenza psicologica, di cui si parla ancora poco.”


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA