X
<
>

Il vescovo Giovanni D’Alise

Tempo di lettura < 1 minuto

Il vescovo di Caserta monsignor Giovanni D’Alise, ricoverato dal 30 settembre all’ospedale di Caserta a causa del Coronavirus, è morto per complicazioni polmonari. E’ il primo presule deceduto per il covid.

In un post su facebook, il parroco nonché vicario foraneo Nicola Lombardi, direttore dell’Istituto Superiore di Scenzie Religiose, scrive parole cariche di dolore.

«È volata in Cielo l’anima benedetta del nostro carissimo pastore Giovanni D’Alise stringendo tra le mani la corona del Santo Rosario. Increduli siamo profondamente addolorati e prostrati. Lo accolga fra le sue braccia misericordiose Dio nostro Padre. Eleviamo per lui le nostre ferventi preghiere di suffragio. Il Cristo Risorto lo accolga nel suo Regno».

In un comunicato della Diocesi p stato espresso il dolore per quanto accaduto: «Dalle nostre comunità e dalle nostre famiglie salga incessante la preghiera al Signore Gesù perché lo accolga nel Suo Regno».

Il Duomo di Caserta è rimasto chiuso questa mattina. Sul cancello principale è stato affisso il manifesto che spiega che la messa delle 11.30 non sarà celebrata.

Tanta gente staziona all”esterno in silenzio e commossa. La salma verrà probabilmente tumulata nelle prossime ore e i funerali si terranno domani (ore 18) alla presenza di soli sacerdoti e vescovi, e sarà trasmesso in diretta televisiva e streaming social.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares